This site uses cookies to provide you with a more responsive and personalised service. By using this site you agree to our use of cookies. Please read our cookie notice for more information on the cookies we use and how to delete or block them

Segnalibro Email Stampa questa pagina

Indice di competitività globale del settore manifatturiero 2013

L’Italia scende al 32° posto


DOWNLOAD  

Lo studio, condotto in collaborazione con lo U.S. Council on Competitiveness, è stato realizzato sulla base di interviste condotte negli ultimi mesi del 2011 e i primi mesi del 2012, un periodo, come ben sapete, non facile per il settore.

Dall’analisi di oltre 550 interviste a CEO e senior-executive di tutto il mondo, emerge il consolidarsi della posizione di potere al vertice del panorama competitivo dell’industria manifatturiera mondiale, non più ormai in mano agli Stati Uniti, bensì alla Cina.

I principali dati che emergono dallo studio sono:

  • La Cina domina e continuerà a dominare il settore
  • L’Italia dal 2010 scivola di ben 11 posizioni nel ranking mondiale, raggiungendo la 32° posizione
  • La ricerca di talenti in grado di guidare l’innovazione rimane uno dei fattori chiave per la competitività
  • Per l’Italia, i fattori chiave per la crescita della competitività sono in primis la disponibilità di talenti, oltre a: costi energetici, infrastrutture fisiche e logistiche e costo del lavoro e dei materiali
  • Nei prossimi cinque anni India e Brasile supereranno in competitività Germania e Stati Uniti, mentre l’Italia perderà ancora terreno, passando dalla 32° alla 34° posizione

 

Last Updated: 

Contacts

Name:
Barbara Tagliaferri
Company:
Deloitte
Job Title:
Ufficio stampa Deloitte
Phone:
+39.02.833.26141
Email di conferma
btagliaferri@deloitte.it

Leggi anche: